Come spiega la direttrice del Centro Kylie Gwynne «molti bambini aborigeni in quelle zone consumano bevande zuccherate più che acqua e la ragione principale è che dalle nostre parti fa molto caldo e l’acqua del rubinetto ha un pessimo gusto. I dispenser forniranno un’acqua migliore, più sana e fresca, e questo ci aiuterà a colmare il divario tra bambini indigeni e bambini non indigeni».

I dispenser d’acqua saranno installati nel 2016, ed uno studio sul loro impatto sulla salute orale dei bambini sarà parte integrante di un programma di prevenzione.

Chiudiamo chiedendoci .... a quando in Italia?