verità sull'osmosi inversa

Sulla reale efficacia dei depuratori d'acqua a osmosi inversa si è molto discusso. Dalla TV e su rete si possono sentire notizie contrastanti e spesso preoccupanti sulla sicurezza dell'acqua osmotizzata... Ma cosa c'è di vero?

Come funziona il depuratore d'acqua a osmosi inversa

Un depuratore a osmosi inversa è uno strumento che, in maniera rapida e a costi contenuti, provvede a purificare l'acqua da impurità di varia natura.

Questa tecnologia opera con una membrana semimpermeabile, come, ad esempio, un film cellulosico. L'acqua viene spinta attraverso questa membrana e i suoi pori, dalle dimensioni di micron, trattengono metalli pesanti, pesticidi, batteri e cloro mentre lasciano passare le molecole d’acqua e alcuni sali minerali.

Naturalmente l'acqua avrebbe la tendenza a muoversi da un punto in cui è più concentrata (quindi più pura) ad uno in cui sono presenti maggiori impurità. All'acqua viene quindi applicata una pressione per spingerla a muoversi in direzione inversa, un'inversione del flusso osmotico che la spinge attraverso la membrana.

Ne risulta un processo meccanico e totalmente naturale: il depuratore a osmosi inversa non tratta chimicamente l'acqua.

I presunti problemi dell'osmosi inversa

A seguito di un servizio delle Iene di Matteo Viviani del 2013, si è iniziato a guardare con sospetto a questa tecnologia di depurazione dell'acqua.

Tra le accuse che gli si rivolge le più comuni sono:

  • L'acqua depurata non è adatta per l'alimentazione umana a causa della scarsa quantità di sali minerali necessarie al corretto funzionamento del nostro organismo.
  • Il prodotto dei depuratori a osmosi inversa è pericoloso perché è acido (con un pH inferiore a 7), questo aspetto causerebbe un invecchiamento precoce e danneggerebbe le nostre cellule.
  • L'acqua ottenuta con l'osmosi inversa contribuisce a desalinizzare l'organismo: secondo questa teoria l'acqua trattata attira gli ioni di calcio e magnesio dell'acqua presente nel nostro corpo, impoverendolo e disidratandolo.

Molti di queste informazioni sono un modo per discreditare la validità della depurazione acqua a osmosi inversa, per proporre soluzioni alternative.

Il servizio delle Iene e la truffa dell'elettrolisi

getto acqua cucina osmosi inversa

Anche il programma de le Iene ha provveduto a rettificare le informazioni sbagliate.

Nel servizio originale si mostrava come, due venditori porta a porta, in maniera poco professionale, procedono al test dell'elettrolisi per dimostrare come i loro macchinari a osmosi inversa rimuovessero ogni impurità dall'acqua.

I venditori, con strumenti particolari, portano l'acqua del rubinetto a intorpidirsi per dichiararne la scarsa salubrità.

Sono tecniche ingannevoli che tendono a infondere paura nei potenziali clienti per spingerli all'acquisto. In realtà l'acqua che arriva nelle nostre case è monitorata e adatta al consumo alimentare.

Questo è il comportamento scorretto messo in luce dal servizio delle Iene. La questione non ha a che fare con la sicurezza dell'acqua osmotizzata come viene spiegato nella rettifica andata in onda il 17 Marzo 2013 su Italia 1.

I reali vantaggi del depuratore a osmosi inversa

In realtà il fabbisogno di sali minerali è integrato nella nostra dieta più dal cibo che dall'acqua che beviamo. Questa ha una funzione soprattutto depurativa più che nutrizionale.

L'acqua depurata, grazie alla sua leggerezza, lega meglio con le tossine dell'organismo per rendere più efficiente la loro espulsione attraverso il sudore e l'urina.

Inoltre, il procedimento di depurazione a osmosi inversa non demineralizza mai completamente l'acqua. Su ogni dispositivo è presente un sistema di regolazione per aumentare o diminuire i sali in essa contenuti.

Questo meccanismo permette di ottenere acqua a basso residuo fisso, depurata senza l'aggiunta di sostanze chimiche. Acqua che è utile a depurare l'organismo, migliorare il pH gastrico e la digestione.

Con il sistema della regolazione possiamo anche ottenere, dal rubinetto di casa, la stesa composizione della nostra etichetta preferita di acqua in bottiglia.

Quindi, non esitate, fate una scelta sostenibile e economica. Avete già pensato al tipo di depuratore più adatto per la vostra impresa o abitazione?