le informazioni sull'acqua alcalina ionizzata

L'acqua alcalina ionizzata è stata presentata, negli ultimi anni, come la panacea a diversi mali che affliggono il nostro metabolismo... da più parti ci sono state levate di scudi e attacchi a questo concetto... ma cosa c'è di vero nelle informazioni che circolano?

Cos'è l'acqua alcalina ionizzata?

La storia dell'acqua alcalina come fenomeno scientifico inizia nel 1950: studiosi giapponesi hanno effettuato analisi su fonti naturali presenti nel globo, analisi rivolte a individuare il tipo migliore di acqua da assumere per migliorare la propria salute.

Queste ricerche hanno individuato alcuni siti particolari come Unza nel Pakistan, Tlacote (Mexico), Nordenau (Germania), Delhi (India), ecc... Siti accumunati da residenti longevi e dalla presenza di sorgenti dalle qualità alcaline e antiossidanti.

Successivamente si è replicato in laboratorio il processo di creazione di questa acqua.

L'acqua alcalina ionizzata è un tipo di acqua particolare, un'acqua con pH superiore a 7.0, depurata e lavorata con uno strumento speciale chiamato ionizzatore.

Al filtraggio del liquido segue la ionizzazione, ovvero, un processo di elettrolisi controllata: la corrente a basso voltaggio passa tra due elettrodi in titanio rivestiti di platino (un polo positivo e uno negativo), che vengono immersi nell'acqua all'interno di una camera isolata.

Questa procedura separa i cationi dagli anioni. Al termine della lavorazione otteniamo così due tipi di acqua: una ossidata o anodica (acida) e l'altra catodica o ridotta (alcalina).

Quali vantaggi sono associati all'acqua alcalina ionizzata?

È presentata come una bevanda vantaggiosa per le sue proprietà:

Antiossidanti

L'acqua alcalina ionizzata, dal punto di vista chimico, basa la sua efficacia sul potenziale di ossido-riduzione od ORP (Oxidation Reduction Potential).

Questo vuol dire che, grazie ai suoi elettroliti alcalinizzanti (come il calcio, il silicato di potassio, il magnesio e il bicarbonato), l'acqua dovrebbe possedere indubbie qualità antiossidanti. Grazie a queste è in grado di contrastare i radicali liberi che sono responsabili del processo di invecchiamento cellulare.

Idratanti

Il processo di ionizzazione riduce le molecole d'acqua rendendole più assimilabili per le cellule del nostro organismo. L'acqua alcalina ionizzata ha un potere di idratazione fino a sei volte maggiore rispetto all'acqua normale e contribuisce a farci ammalare meno.

Depuranti

Con l'età diminuisce l'efficienza con cui il nostro organismo assimila sostanze nutritive, soprattutto nel tratto intestinale.

L'acqua ionizzata funge da detergente: le sue molecole sono in grado di penetrare la placca mucoide che ne ricopre le pareti e si inspessisce con il tempo. Contribuisce a rimuovere questa placca e, una volta che la superficie di rivestimento è sgombra, l'acqua la idrata, purificandola e permettendo ai nutrienti di essere assimilati.

Disintossicanti

L'acqua che fluisce dopo il processo di ionizzazione è privata degli acidi minerali maggiormente tossici, quali fluoruro e cloro, che saranno naturalmente deviati verso il flusso acido.

Equilibranti

L'acqua alcalina ionizzata è alla base della dieta acido-base, un regime alimentare particolare volto a incrementare il pH dell'organismo assumendo alimenti di tipo basico.

Secondo alcune teorie, il pH del sangue ideale si attesta tra 7,36 e 7,40 per il funzionamento ottimale dell'organismo. L'acqua ionizzata contribuirebbe a mantenere bassi i livelli di acidità del nostro corpo, contrastando così l'insorgere di problemi cardiaci, alterazioni ormonali e perdita di massa ossea e muscolare.

Confutiamo i benefici dell'acqua alcalina ionizzata

la verita su acqua alcalina ionizzata

Sfortunatamente non esistono dimostrazioni definitive sui vantaggi dell'acqua ionizzata sull'organismo.

Innanzitutto l'ingestione di cibi o bevande non è sufficiente per andare a variare l'equilibrio del pH del sangue. Anzi, nel momento dell'ingestione, la carica basica viene neutralizzata dal pH acido all'interno dello stomaco.

Anche la sua presunta qualità rispetto all'acqua del rubinetto e i vantaggi che comporta per il tratto digestivo non sono stati ancora del tutto comprovati.

Ad oggi, molte dimostrazioni della sua efficacia sono ancora dubbie e soprattutto di natura aneddotica. Le prove più valide riguardano unicamente l'aspetto il rapporto tra sali minerali, equilibrio elettrolitico e certe forme di litiasi renale.

È comunque una alternativa all'acqua normale, che potrebbe apportare qualche beneficio. Consigliabile per i soggetti sani, che non seguano una qualche terapia farmacologica per la regolazione urinaria.

Pubblicità ingannevole

Un'ombra sulla validità dell'acqua ionizzata è calata, però, a causa delle sanzioni mosse dall'Antitrust per pratica commerciale scorretta rivolte a diversi produttori si strumenti adatti alla ionizzazione.

Le pubblicità di queste aziende riportavano informazioni esagerate sui vantaggi dell'acqua ionizzata così come testimonianze scientifiche e mediche dubbie.

Come bere acqua di qualità

L'acqua dei nostri rubinetti è controllata dalle ASL che ne garantisce i parametri di acidità e la composizione chimica equilibrata, volendo poi migliorarne ulteriormente la qualità è possibile ricorrere a sistemi di ultrafiltrazione a osmosi